How Piedmont Gave Us the World’s Most Beloved Hazelnut Cocoa Spread

ITA:

Come il Piemonte ha dato al mondo la crema di nocciole più amata al mondo
origins of Nutella
English

Following the end of World War II, cocoa was in short supply. Pietro Ferrero, a pastry maker from Alba, Piedmont, decided to use the abundant hazelnuts available in the area to make a sweet paste which would use just a little of the precious cocoa. He named it Giandujot, after a popular local Carnival character.

Initially, this paste was a solid block. A few years later, Ferrero transformed Giandujot into a creamy version that could be spread on bread, and named it SuperCrema – the precursor to Nutella.

In 1963, Ferrero's son Michele introduced an improved recipe for Supercrema, with the intention of marketing it throughout Europe. The new hazelnut and cocoa cream was named Nutella; the first jars, whose design remains immediately recognizable, left the Ferrero's Alba factory in 1964. Nutella was an immediate success, expanding into Europe in the 1960s, and into the rest of the world from the end of the 1970s.

Nutella is so loved around the world that, since 2007, it even has a day dedicated to it: World Nutella Day, celebrated on February 5.

Last year, to mark the 50th anniversary of Nutella, Ferrero created a website, nutellastories.com, for Nutella lovers to share their memories in company of the famous jar. Italy’s Postal Service even issued a commemorative stamp, featuring a jar of Nutella on a golden background.

Do you want to make Nutella at home? Try our recipe

Italian

Alla fine della seconda guerra mondiale, il cacao scarseggiava. Pietro Ferrero, un pasticcere di Alba in Piemonte, decise di utilizzare le nocciole abbondantemente disponibili in zona per creare un impasto dolce, che avrebbe necessitato solo di un po' del prezioso cacao. Lo chiamò Giandujot, dal nome di un famoso personaggio di Carnevale del luogo.

Inizialmente, l’impasto era un blocco solido. Alcuni anni dopo, Ferrero trasformò il Giandujot in una versione cremosa che si poteva spalmare sul pane, e la chiamò Supercrema - il precursore della Nutella.

Nel 1963, il figlio di Ferrero, Michele, introdusse una ricetta migliorata della Supercrema, con l'intenzione di commercializzarla in tutta Europa. La nuova crema di nocciole e cacao fu chiamata Nutella; i primi vasetti, il cui design resta immediatamente riconoscibile, lasciarono la fabbrica Ferrero di Alba nel 1964. La Nutella fu un successo immediato, espandendosi in Europa negli anni ‘60, e nel resto del mondo a partire dalla fine degli anni ‘70.

La Nutella è così amata in tutto il mondo che, dal 2007, ha anche una giornata ad essa dedicata: la Giornata Mondiale della Nutella, celebrata il 5 febbraio.

L'anno scorso, in occasione del 50° anniversario della Nutella, Ferrero ha creato un sito web, nutellastories.com, perché i fan della Nutella potessero condividere i loro ricordi in compagnia del famoso vasetto. Le poste italiane hanno addirittura emesso un francobollo commemorativo, con rappresentato un barattolo di Nutella su sfondo dorato.

More Dual Language Articles...