Italy's Republic Day

ITA:

La Festa della Repubblica in Italia
English
Each year on the 2nd of June Italy celebrates the Festa della Repubblica (literally Festival of the Republic or, in English, Republic Day). The day commemorates the institutional referendum held by universal suffrage in 1946, in which the Italian people were called to the polls to decide on the form of government, republic or monarchy, following the Second World War and the fall of Fascism. Italians chose to become a Republic with 12,717,923 votes versus 10,719,284 votes for the monarchy and as a consequence, the male descendants of the House of Savoy were sent into exile. Every year, a military parade is held in Rome to commemorate the date and is presided over by the President of the Italian Republic in his role as Supreme Commander of the Armed Forces, with the Prime Minister and other high officers of state attending the ceremony. The first military parade in honor of the new Italian Republic was held in Rome in Via dei Fori Imperiali in 1948. The following year, with Italy's entry into NATO, ten parades were held simultaneously across the country and in 1950, the parade was featured for the first time in the protocol of official celebrations. This provides for the ceremonial laying of a wreath on the Tomb of the Unknown Soldier at the Vittoriano. The ceremony continues in the afternoon with the opening of the gardens of the Quirinale Palace, seat of the President of the Republic, and with musical performances by the band ensembles of the Italian Army, Italian Navy, Italian Air Force, the "Arma dei Carabinieri", State Police, the "Guardia di Finanza", the Penitentiary Police Corps and the State Forestry Corps. On the 2nd of June, Italian embassies hold special celebrations and invite the Heads of State of the host countries while the President of the Italian Republic receives best wishes from all over the world.
Italian
Ogni anno il 2 Giugno, l’Italia celebra la Festa della Repubblica. Il giorno commemora il referendum istituzionale a suffragio universale tenutosi nel 1946, in cui il popolo italiano fu chiamato alle urne per decidere la forma di governo, repubblica o monarchia, dopo la seconda guerra mondiale e la caduta del fascismo. Gli Italiani scelsero la repubblica con 12.717.923 voti contro 10.719.284 per la monarchia e, quindi i discendenti maschi di casa Savoia furono mandati in esilio. Ogni anno, una parata militare viene organizzata nel centro di Roma per commemorare la giornata, presieduta dal Presidente della Repubblica Italiana nel suo ruolo di Capo Supremo delle Forze Armate. Il Primo Ministro e altre alte cariche dello stato sono presenti. La prima parata militare in onore della nuova Repubblica Italiana si tenne a Roma in Via dei Fori Imperiali nel 1948. L'anno seguente, con l'ingresso dell’ Italia nella NATO, dieci parate si svolsero contemporaneamente in tutto il paese e nel 1950, la sfilata fu codificata per la prima volta nel protocollo delle celebrazioni ufficiali. Questo prevede la posa cerimoniale di una corona d’alloro sulla tomba del Milite Ignoto al Vittoriano. La cerimonia prosegue nel pomeriggio con l'apertura dei giardini del Palazzo del Quirinale, sede della Presidenza della Repubblica, e con vari concerti da parte dei corpi bandistici dell' Esercito Italiano, della Marina Militare Italiana, dell’ Aeronautica Militare Italiana, dell’ Arma dei Carabinieri, della polizia di Stato, della Guardia di Finanza, del Corpo di Polizia Penitenziaria e del Corpo forestale dello Stato. Le ambasciate italiane organizzano dei festeggiamenti particolari per il 2 Giugno ed invitatano i Capi di Stato dei paesi ospitanti mentre il Presidente della Repubblica Italiana riceve gli auguri da tutto il mondo.

More Dual Language Articles...