The Legend of the Devil’s Bridge

ITA:

La leggenda del Ponte del Diavolo

Use player to listen to Italian version

English

Straddling the Serchio river by the small town of Borgo a Mozzano in northern Tuscany, the striking Ponte della Maddalena, also known as the Devil’s Bridge, is shrouded in mystery and, for this reason, is a source of fascination for many visitors who travel to the area just to see it.

According to legend, the head construction worker supervising the building of the bridge was worried about not completing the work on time. Thus, he made a pact with the devil: in exchange for his help to finish the bridge in one night, the devil demanded the soul of the first passerby to cross the bridge. However, feeling remorseful about giving a person’s soul to the devil, the construction worked consulted with the local priest and they decided to have a dog cross the bridge first. Furious, the devil plunged into the river with the dog, never to be seen again.

It is said that the dog, a white Maremma sheepdog, is sometimes seen walking on the bridge in the evenings at the end of October, and that he is the Devil still looking for the soul of the head construction worker.

Probably commissioned by the Countess Matilda of Tuscany in the 11th century, the Ponte della Maddalena, a remarkable example of medieval engineering, used to be on the Via Francigena, one of the most important pilgrimage routes in the Middle Ages.

It took on the name of Ponte della Maddalena around 1500, because a statue of Mary Magdalene stood at the foot of the bridge in an oratory (now the statue is in the parish church of Borgo a Mozzano).

Italian

Posto sul fiume Serchio nella cittadina di Borgo a Mozzano nel nord della Toscana, il suggestivo Ponte della Maddalena, conosciuto anche come Ponte del Diavolo, è avvolto nel mistero e per questo suscita un certo fascino nei numerosi visitatori che si recano in zona solo per ammirarlo.

Secondo la leggenda, il caposquadra che supervisionava la costruzione del ponte era preoccupato di non riuscire a completare il lavoro per tempo. Così fece un patto con il diavolo: in cambio del suo aiuto per terminare il ponte in una notte, il diavolo chiese l'anima del primo passante che avrebbe attraversato il ponte. Tuttavia, provando rimorso al pensiero di consegnare l'anima di una persona al diavolo, il capocantiere si consultò con il parroco e  insieme decisero che sarebbe stato un cane ad attraversare per primo il ponte. Furioso, il diavolo si gettò nel fiume con il cane, e non fu mai più visto.

Si dice che il cane, un pastore maremmano bianco, a volte si aggiri sul ponte nelle sere di fine ottobre, e che sia il Diavolo, ancora alla ricerca dell'anima del caposquadra.

Probabilmente commissionato dalla contessa Matilda di Toscana nell'XI secolo, il Ponte della Maddalena, un notevole esempio di ingegneria medievale, si trovava sulla Via Francigena, una delle più importanti vie di pellegrinaggio del Medioevo.

Il nome Ponte della Maddalena fu acquisito intorno al 1500, perché una statua di Maria Maddalena si trovava ai piedi del ponte in un oratorio (ora la statua è nella parrocchia di Borgo a Mozzano).

More Dual Language Articles...